Dopo un breve rialzo termico (come già anticipato ieri) avuto questa mattina, da oggi pomeriggio la quota neve è tornata a scendere su tutto il centro Italia.

Da questa notte e per le prossime 72 ore, l’isoterma a 850 Hpa diminuirà costantemente fino ad arrivare ad un valore minimo che dovrebbe verificarsi tra il 5 e il 6 Gennaio. A quanto possiamo apprendere dalle ultime elaborazioni

modellistiche, nelle prime ore del giorno dell’Epifania, potrebbe essere di -2/-3 C° il che lascia pensare che la quota neve, nella fase clou del maltempo, dovrebbe giungere fino ai 600/700 metri di quota.

Tra oggi e il 6 Gennaio, di conseguenza, la quota neve diminuirà giorno dopo giorno. Possiamo aspettarci oltre 25 cm a Guadagnolo, 15 cm tra Capranica Prenestina e Rocca di Cave, qualche cm, dal 5 Gennaio, a Castel San Pietro Romano e San Vito Romano.

Escluse quindi nevicate a basse quote, ma non sottovaluterei la componente “notte” e “il lungo periodo di maltempo” dal quale veniamo. In caso di precipitazioni intense non escluderei sconfinamenti nevosi anche a quote più basse di quelle pocanzi citate.

Non resta altro che attendere! Sarà tutto deciso in fase di nowcasting

Intanto. Filettino (FR) – 1075 metri – Monti Simbruini

Monte Livata (RM) – 1400 metri – Monti Simbruini

(dal Gruppo Facebook Monte Livata)

Ovindoli (AQ) – 1300 metri – Parco Sirente Velino

A presto

DB

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *